IN PROGETTO

ANOA di GAE AVITABILE

L’impiego di materiali riciclabili è un punto fondamentale del mio modo di progettare. La parola plastica deriva dal latino plastĭca e dal greco plastikḗ ovvero l’arte e la tecnica di plasmare, cioè di lavorare e manipolare una sostanza modellabile allo scopo di darle una determinata forma. Per questo motivo nel mio immaginario, il riciclo è direttamente associato a questa parola. Non riutilizzare la plastica per me è come non sfruttare una delle sue caratteristiche intrinseche. C’è una contraddizione nell’utilizzare una sola volta un materiale che ha le caratteristiche per durare a lungo, come spesso accade con il packaging alimentare. Grazie alla sua leggerezza, all’ottima capacità di assorbire gli urti, alla capacità di isolamento termico e alla sua grande plasmabilità, il polistirene espanso rappresenta un imballaggio ideale e quindi di largo uso in questo settore.


Vivo in Campania, il territorio in cui si produce la mozzarella di bufala DOP che è trasportata in contenitori di polistirolo espanso. Nello stesso territorio, l’AirPol, una azienda che produce questi contenitori, ha brevettato un nuovo materiale ottenuto dal riciclo post consumo. Questo materiale riciclato e il suo nuovo possibile utilizzo è stato per me il punto di partenza e di ispirazione per cominciare a progettare. L’idea era quella di trasformare un oggetto monouso in qualcosa che potesse essere usato nel quotidiano. Volevo creare un oggetto di design fatto esclusivamente del nuovo materiale riciclato e di usarlo nel modo più efficiente possibile. Ho capito che il miglior modo era quello di usarlo in modo semplice, facile da realizzare, ovvero in piano e quindi in fogli da modellare e termoformare. Dalla sovrapposizione di questi è nata Anoa, una seduta per interni ed esterni. Un design essenziale facile da combinare con altri oggetti.

About

After several years working in international renowned architectural and design agencies, including David Chipperfield Architect and Christophe Pillet.

Gae Avitabile founded his own design studio Tana in 2012. He works on a large range of projects, from industrial design to space design project.

The collaborations and project diversity lead him to see design in global way of thinking. He focuses on simplifying the interactions between humans and space or object. His projects are rooted in a responsible approach deeply concerned by the reliability and sustainability of its creations.

Account social

Instagram –   @tana_design_studio

Facebbok-   @Tanalaboratorioimmaginario

Web

www.tanadesign.eu

Philosophy

I look for new approaches in the design, reinterpreting and redefining creative processes to create objects, which, other than functionality and aesthetics demonstrates the concepts and history behind each of them. I am fascinated by the way children, with their intuitive ability, transform conventional objects and their use from one game to another.

Award

2013, design and design international design award, Cryon, PARIS/FRANCE

2014, iron award, AdesignAward, Place , COMO/ITALY

2015, iron award, Adesignaward, Vasa Lamp, COMO / Italy

2017 una lampada da salone, EMPORIUM srl,

2017 Molteni Dada contest second place, Bologna/ Italy

2017 Made Talent Lab, Carola Bench, London / England

Workshop

Molteni I dada workshop – Milano 2017

One of the 10 selected designer for LagoStudio Workshop 2015.

Exposition

Totem bookshelf – Hugme mirror – Edit Napoli – Napoli 2019

Iu mirror _ Meet My Project – breradesigndistrict – Milano  fuorisalone 2018

Carola Bench – London Design Festival – London 2018

Vasa Lamp – emporium srl – Porto Recanati ( MC ) – Emporium event. 2018

Angolo console _ Galerie VIA _ Paris design week 2018

Place Chair – Adesignaward expo – Shanghai / Cina 2015

Place Chair – Adesignaward expo – Como/ Italy 2014

Client

Made.com

Emporium srl

Hebanon